Un grande successo per la 5^ edizione di Giro Azienda, il progetto volto a promuovere le attività locali aderenti alla “Via dei Saperi e dei Sapori”.
Visitatori arrivati da 15 Comuni e grandi soddisfazioni per produttori e partecipanti

13/12/2017 - Un programma ricco di eventi suddiviso in due giornate, che ha riscosso l’interesse e il consenso dei partecipanti, accorsi numerosi l’8 e il 9 dicembre, anche con alcune iscrizioni last minute.

Un programma ricco di eventi suddiviso in due giornate. Un viaggio dedicato non soltanto alla degustazione dei prodotti locali, ma anche alla scoperta delle tradizioni, della storia di un territorio, delle aziende e delle persone che lo abitano. Tanto l’interesse suscitato che anche le persone che non si erano iscritte, pur non avendo la certezza che avrebbero potuto partecipare al giro, si sono presentate nei luoghi di ritrovo all’ultimo minuto.

Il percorso è stato ideato in primis in base alla disponibilità data dalle aziende partecipanti, in modo da poter pianificare i due tour in modo tematico e definire dei percorsi che offrissero “un assaggioa 360 gradi del territorio. Venerdì 8 dicembre si sono presentate a dispetto del tempo avverso trentacinque persone, arrivate da San Vito al tagliamento, Codroipo, Pordenone, Porcia, Sacile, Azzano Decimo, Udine, Spilimbergo, Sequals, San Daniele, Maniago e addirittura da Vicenza.

Una giornata che ha superato le aspettative e a cui hanno aderito sei aziende della Via dei Saperi e Sapori: Macelleria salumificio Polesel, Tenuta Fernanda Cappello, Azienda Agricola Al Fil di Tiere, Gelindo dei Magredi, Al Castelu e Azienda Agricola La Mantova. Il tour è terminato ad Andreis, dove gli ospiti sono stati accolti dal Sindaco, che ha fatto da cicerone lungo il paese addobbato dei suoi caratteristici alberi di natale.

Al secondo incontro, svoltosi sabato 9 dicembre, hanno preso parte quarantuno persone, provenienti da Pordenone, Azzano Decimo, Porcia, San Vito al Tagliamento, Maniago, Sequals, Fiume Veneto, Fontanafredda e anche Viterbo. Le nove aziende della Via dei Saperi e Sapori che hanno aperto le porte sono state Azienda Agricola Margherita, Azienda Agricola Zalpa, Azienda Agricola Mevania Marchi, Trattoria Vigna, l’Associazione Produttori della Cipolla Rossa, la Macelleria e salumificio Filippo Bier e la Macelleria e salumificio Antonini Noè.

A Cavasso, Ennia Visentin, con il laboratorio “Natura e colore”, ha illustrato ai presenti un’innovativa tecnica della tintura con la cipolla. Inoltre, il Giro Azienda ha visto la partecipazione ed è stato accolto dal Sindaco, a testimonianza dell’importanza e della volontà di valorizzare al meglio e far raccontare luoghi che non smettono di stupire ed emozionare da chi li conosce e li vive quotidianamente.

Coinvolgimento e meraviglia hanno caratterizzato anche le tappe conclusive di quest’esperienza, che sono terminate ad Andreis e Poffabro, due paesi avvolti dall’atmosfera natalizia e in cui risaltano, incuriosiscono e attirano l’interesse i tradizionali e fantasiosi Alberi di Natale e le rappresentazioni della Natività, che meritano di essere ammirati e animano e illuminano il Borgo.

Tra i produttori che hanno aderito all’iniziativa, aprendo le porte delle loro aziende, anche due ragazzi giovanissimi, che hanno deciso di investire sul territorio e il suo rilancio. Il primo è Corvezzo Dennis dell’Azienda Agricola Margherita di Travesio, di cui hanno parlato anche in una puntata della trasmissione Mela Verde; l’altro è Braida Edoardo dell’Azienda Agricola Zalpa situata a Castelnovo del Friuli. Ha partecipato per la prima volta anche la Trattoria Vigna, che trae il suo nome dall’omonimo borgo di Castelnovo del Friuli.

Tra i molti i prodotti presentati nel corso dei due incontri, sono da segnalare in particolar modo quelli che hanno ottenuto il marchio di origine IGP (Indicazione Geografica Protetta), come la Cipolla Rossa di Cavasso e la Pitina. Quest’ultima, è stata illustrata e raccontata da uno dei maestri nella sua realizzazione, ovvero, Bier Filippo, il quale ha contribuito a far diventare quest’eccellenza del territorio un presidio di Slow Food.

Sabato 16 dicembre 2017 alle ore 11.00 a Maniago, presso il Museo dell’Arte Fabbrile e delle Coltellerie, si terrà la presentazione del documentario “Le vie della Pitina” di Christian Canderan e la consegna del premio “Mattia Trivelli”, sesto concorso tra ristoratori e secondo tra produttori. Per maggiori informazioni clicca qui.

Lo spirito di collaborazione ha caratterizzato le Aziende: coloro che, per ragioni geografiche, non avrebbero potuto essere direttamente visitate, sono state ospitate da altre realtà.

Aziende del territorio unite e collaborative, quindi, per uno scopo comune: far conoscere le ricchezze enogastronomiche del territorio e far riscoprire i prodotti tipici di un luogo, le opere nate dalla maestria degli artigiani e le tradizioni che caratterizzano e animano l’affascinante e unico territorio delle Valli e delle Dolomiti Friulane. Luoghi in cui, ovunque andiate, ritroverete il bello, il buono e il ben fatto.

Attualità Cultura Economia Giovani

Condividi

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto