Una giornata sui binari con le musiche di Paolo Forte e un tour delle stazioni lungo la rinata tratta ferroviaria
Una ferrovia per il territorio: 10 giorni alla riapertura!

30/11/2017 - Mancano pochi giorni all'inaugurazione che sancirà il riavvio della linea ferroviaria che collega Maniago, Sacile e Gemona.

Domenica 10 dicembre dalle ore 9.45 rientra in funzione la ferrovia con un giro inaugurale da Sacile a Maniago dedicato alle autorità. Il tour farà tappa nelle stazioni di Sacile, Budoia - Polcenigo, Aviano, Montereale Valcellina e Maniago, con delle soste in ogni stazione che includono momenti di intrattenimento e della durata complessiva di circa quindici minuti, durante i quali le Amministrazioni locali porteranno i loro saluti.

Per il programma della giornata clicca qui

Ad effettuare il viaggio d’inaugurazione, che rappresenta il primo passo nella riapertura della ferrovia, sarà un treno storico messo a disposizione dalla Fondazione delle Ferrovie dello Stato.

Le corse aperte al pubblico in direzione di Sacile ripartiranno, invece, l'11 dicembre, dopo quasi cinque anni di inattività.

Nelle diverse stazioni procedono a passo spedito i lavori di manutenzione dei binari, dei luoghi interni ed esterni degli immobili e di messa in sicurezza delle aree adiacenti agli edifici dismessi. Gli interventi principali hanno riguardato un miglioramento sul fronte dell'accessibilità agli spazi, la riqualificazione dei fabbricati e delle zone di pertinenza per un loro utilizzo funzionale e tesi ad implementare, dal punto di vista qualitativo, le aree di attesa interne ed esterne, le strutture informative rivolte ai viaggiatori e l’accessibilità bici-treno, per favorire il cicloturismo.

Gli interventi realizzati sono stati fondamentali sia a livello di  pubblica utilità che di rilancio turistico. Si tratta infatti di andare a soddisfare le diverse esigenze di mobilità dei residenti e dei turisti sia nella zona pedemontana che in territorio montano, attraverso l’integrazione con il trasporto pubblico su gomma, e rendendo altresì centrali gli snodi di Sacile e Gemona in chiave di coincidenze per Udine e Venezia. Per uno sviluppo in senso turistico è altrettanto importante e fondamentale l’azione comune, per creare reti integrate di servizi, e formare adeguatamente gli operatori.

Le opportunità economiche e di sviluppo che si aprono sono notevoli, c’è ad esempio la possibilità di innestare un interscambio con la famosa ciclovia Alpeadria, ma non solo, si possono attirare diverse tipologie di potenziali fruitori grazie alle bellezze e alle ricchezze delle località e dei prodotti vallivi e montani.

Uno degli obiettivi di lungo respiro è, quindi, quello di riportare e agevolare gli spostamenti delle persone sul territorio, andando a potenziare l’offerta turistica e dei servizi. Per l’UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane, il ripristino e il potenziamento della tratta ferroviaria ha rappresentato e rappresenta tuttora un asset fondamentale per il rilancio del territorio e dello sviluppo economico e non a caso è stato inserito come elemento centrale nel Piano dell’Unione.

Attualità Cultura Economia Giovani Sport

Condividi

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto