L'UTI precisa le regole per una corretta raccolta
Rifiuti "porta a porta"

06/07/2017 - Dopo l’avvio del nuovo servizio di raccolta rifiuti con il metodo “porta a porta” nei Comuni di Andreis, Barcis, Cimolais, Claut e Erto e Casso, avvenuto lo scorso mese di marzo, il responsabile del servizio rifiuti dell’UTI, Giorgio Guerra, preso atto di alcune problematicità emerse in questa fase di avvio, soprattutto in Alta Valcellina, ha ritenuto necessario specificare alcuni aspetti e regole per un corretto uso del nuovo sistema di raccolta “porta a porta”.

Il tutto è stato sintetizzato in un volantino che è stato consegnato ai Comuni affinché provvedessero alla più ampia diffusione possibile tra gli utenti residenti, le attività commerciali, le attività produttive, le associazioni e gli utenti saltuari.

Precisa Guerra che scopo principale dell’iniziativa è quello di agevolare gli utenti, soprattutto quelli non residenti e/o saltuari, nella corretta gestione della raccolta differenziata, dando loro le informazioni di base su come utilizzare i contenitori personali, i contenitori di prossimità, le isole ecologiche riservate ai turisti ed i contenitori per pannolini/pannoloni, nonché su come richiedere sia i contenitori che i sacchetti oltreché su come comportarsi nel caso di un immobile in affitto.

Un forte richiamo viene fatto al senso civico di quelle poche persone che abbandonano i rifiuti all’esterno dei contenitori oppure, cosa ancora più grave, li disperdono nell’ambiente. Sottolinea Guerra che chi abbandona i rifiuti, oltre che commettere un reato penalmente sanzionabile e deprecabile dal punto di vista ambientale, non paga di meno, anzi fa pagare tutti un po’ di più perché questi rifiuti abbandonati vanno comunque raccolti e smaltiti con spesa a carico della collettività.

Questa iniziativa, conclude Guerra, è solo un primo passo verso un’informazione sempre più vicina agli utenti, ricordando che si sta predisponendo il nuovo calendario di raccolta per l’anno 2018 abbinato al vocabolario dei rifiuti (riciclabolario) per orientarsi nel mondo della raccolta differenziata, ed ad una app per smartphone, dove sarà possibile trovare informazioni ancora più dettagliate sul nuovo servizio di raccolta e su una corretta suddivisione delle varie tipologie di rifiuti, oltre che sull’utilizzo dei Centri di Raccolta, ove presenti.

A seguire analoga informativa sarà inviata anche ai Comuni di Frisanco, Tramonti di Sopra, Tramonti di Sotto, Vajont e Vivaro che pure hanno da poco avviato il nuovo sistema di raccolta “porta a porta”.
In allegato un FAC-SIMILE del documento.

Attualità

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto