Regolamentati sia il corpo che l'armamento della Polizia Locale
Pubblicati i primi regolamenti dell'Unione

28/06/2017 - Sono stati pubblicati i primi regolamenti dell’UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane, una dimostrazione di come l’Unione proceda verso la definizione di quelle che sono le proprie norme di operatività. È la Polizia Locale a fare il primo passo in tale direzione e l’Unione può ora contare sull’approvazione e pubblicazione di ben due regolamenti.

Il primo stabilisce la costituzione di un corpo di Polizia Locale, denominato Corpo Intercomunale delle Valli e Dolomiti Friulane, le funzioni di competenza e le norme che ne determinano il funzionamento in collaborazione con le altre Forze di Polizia. Il fatto di disporre di un vero e proprio corpo, non solamente un servizio di Polizia, è dettato dalla presenza di almeno 8 unità sul territorio, un dettaglio apparentemente poco rilevante, ma che costituisce una grande opportunità, essendo questa la condizione necessaria per poter accedere a finanziamenti regionali di supporto alle iniziative territoriali.

Il secondo regolamento tratta invece l’armamento e concerne l’impiego, la tipologia e il numero dell’arma, stabilendo tutti i parametri necessari alla sua gestione. Si tratta di documenti di fondamentale importanza, necessari per far camminare il corpo di Polizia, ma anche per procedere verso gli obiettivi del Piano dell’Unione.

Altri due regolamenti sono in fase di approvazione, quello riguardante la Polizia urbana e quello relativo alla Polizia Rurale. La stesura del regolamento per la Videosorveglianza è invece stata completata ed è in attesa di essere presentata. Prende sempre più forma un UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane organizzata e soprattutto operativa.

Potete trovare i documenti pubblicati sulla pagina istituzionale dell'UTI utilizzando questo link http://bit.ly/UTI-polizia-locale 

Attualità

Condividi

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto