Un festival nato e fortemente radicato sul territorio, che ha grandi ambizioni
Malnisio Science Festival: vieni a scoprire il futuro che ci attende

26/09/2017 - Immagina una Centrale Idroelettrica, costruita all’inizio del ‘900 in un paese della pedemontana pordenonese. Immagina che l’energia prodotta da quella centrale abbia illuminato Venezia. Immagina che la stessa centrale, chiusa nel 1988, recuperata nella sua bellezza industriale e riconvertita in Museo e Science Center, torni a illuminare e a generare energia dinamica e positiva in un festival che celebra la Scienza e la vuole rendere appassionante per tutti, grandi, piccoli, famiglie, addetti ai lavori e non.

Stiamo parlando del Malnisio Science Festival, che si svolgerà a Malnisio, presso la Centrale Idroelettrica “A. Pitter”, il 6 e 7 ottobre prossimi e a cui ha dato il proprio patrocinio anche l’UTI delle Valli e delle Dolomiti Friulane.

I due partner principali dell’evento sono AIRC, Associazione Italiana Ricerca sul Cancro, e CICAP, Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze, un'organizzazione di volontari, scientifica ed educativa, che promuove un'indagine scientifica e critica nei confronti delle pseudoscienze, del paranormale, dei misteri e dell'insolito.

L’idea di creare un festival della scienza nel cuore delle Valli e Dolomiti Friulane si deve a Andrea Paroni, consigliere del comune di Montereale Valcellina ed Eleonora Gobbato, assessore al turismo dello stesso comune. “Volevamo un evento che si avvicinasse al format di Wired Next Fest, con una dimensione più contenuta – almeno per il momento! – e un forte radicamento sul territorio” ci spiega Paroni.

Consultando il programma, ci si accorge infatti che grande spazio è stato dato a relatori che operano su strutture vicine, come ad esempio i ricercatori AIRC in servizio presso il Centro di Riferimento Oncologico di Aviano, o che hanno legami e rapporti con enti distribuiti su tutto il territorio del triveneto, come l’Università di Trieste o il Polo tecnologico di Pordenone. Ma il parterre dei relatori è ricco: ad aprire la serata inaugurale, venerdì 6 ottobre alle 20.30, sarà Massimo Polidoro, giornalista, scrittore, direttore generale del CICAP e ospite fisso presso la trasmissione “Superquark”, con un intervento dal titolo “Indagare i misteri con la lente della scienza”.

L’altro ospite principale è nientemeno che Piergiorgio Odifreddi, professore universitario, autore di libri di successo, vincitore del Premio Galilei per la divulgazione scientifica nel 2011, che disserterà sul tema “Dalla terra alle lune” sabato 7, dalle 18.30.

I numerosi seminari che si susseguiranno durante la giornata di sabato spaziano su argomenti molto diversi tra loro e hanno gradi di difficoltà variabile (scarica il programma). È stato scelto di dare un taglio divulgativo agli interventi - alla “Superquark” per intenderci - proprio per avvicinare quante più persone possibile ai differenti temi che verranno trattati: intelligenza artificiale, medicina, etologia, ambiente, matematica, solo per citarne alcuni.

Ma il programma del Malnisio Science Festival è ricco di iniziative per tutti: la mattina di venerdì 6 è dedicata interamente alle scuole, sono previsti laboratori per bambini e adulti e saranno presenti dei punti esperienziali, grazie alla presenza di 3 startup innovative che presenteranno le loro idee ai partecipanti.

Si tratta di MyTemplArt, azienda che ha sviluppato un sistema per rispondere all’esigenza di catalogazione e documentazione del patrimonio artistico pubblico e privato, sfruttando il digitale per l’arte e lo sviluppo dei territori; Moto Parilla, casa motociclistica italiana, rinata grazie all’entusiasmo di un team di ingegneri che hanno progettato Carbon Suv e-Bike: non una semplice bicicletta, ma un prodotto d’eccellenza abbinato ad una raffinata gestione elettronica, che si potrà provare proprio al festival; infine, Busforfun, mobility company che propone collegamenti con bus da oltre 250 località ai più importanti eventi e luoghi di divertimento dei paesi in cui opera, cioè Italia, Austria, Slovenia e Croazia: anima green, prenotazione e pagamento online e integrazione con l’organizzazione di eventi.

Un evento a 360°, eterogeneo per contenuti e per tematiche, che non trascura lo svago e la musica. Sono previsti infatti due concerti nella serata di sabato: apre The Leading Guy, apri-concerto dei 2Cellos e Jack Savoretti, con le sue sfumature indie di ispirazione nordeuropea; a seguire, la performance di Giacomo Voli, classificatosi secondo a “The Voice of Italy”, che spazia dal rock all’elettronica, dall’rnb al funky, passando per il pop. Come per il livello scientifico offerto, anche per l’intrattenimento si è scelto di volare alto.

Per gli appassionati di scienza, ma anche del buon cibo, sarà inoltre operativo un Foodtruck della BeFed.

Per non farsi mancare proprio nulla, il festival offre anche la possibilità di prenotare un pacchetto turistico attraverso il portale di Pordenone Turismo, che prevede, oltre al pernottamento e alla partecipazione al festival, visite al Parco delle Dolomiti Friulane e degustazioni presso aziende locali nella giornata di domenica 8.

Un festival quindi che è nato ed è fortemente radicato sul territorio, ma che ha grandi ambizioni. Vuole contribuire a colmare la sete di divulgazione scientifica nella nostra Regione, dove al momento, a rappresentare un vero e proprio festival della ricerca scientifica esiste solo “Trieste next”, svoltosi lo scorso fine settimana, la vetrina dell’innovazione e della ricerca applicata dove i ricercatori e gli imprenditori presentano le proprie esperienze. Gli organizzatori di Malnisio Science Festival vogliono che questo evento, così ricco e dinamico dal punto di vista dei contenuti e delle opportunità, diventi un’occasione di incontro e divulgazione strutturata e costante.

L'ingresso a tutti gli eventi (talk, lectio magistralis, concerti, laboratori) del Malnisio Science Festival è completamente gratuito, ma è necessario registrarsi. Le registrazioni si possono effettuare su EventBrite: a ciascun partecipante, in fase di accredito, sarà fornito un braccialetto identificativo. Per tutte le informazioni, consultate il sito http://www.malnisiosciencefestival.com e la pagina facebook dell’evento https://www.facebook.com/malnisiosciencefestival/

Attualità Cultura Economia Giovani Sport

Allegati

Condividi

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto