Vai menu di sezione

Nicolò Giraldi a Meduno

Il 16 marzo alle 20.30 l’autore Nicolò Giraldi propone a Meduno il suo ultimo romanzo “Nel Vuoto” edito da Ediciclo, in cui attraverso la sua scrittura, che “parte” da un paese della montagna friulana, ripercorrere i passi di una continua migrazione che coinvolse il confine orientale tra il XVI ed il XIX secolo.

Un viaggio a piedi dalle montagne al mare, per ripercorrere i passi di una migrazione dimenticata lungo il confine orientale: Carnia, Friuli, Carso, Istria. Un flusso di persone sepolto e accantonato frettolosamente sul quale si sovrappongono gli sguardi allucinati dei migranti dei nostri giorni. Sono le storie di cui non abbiamo più memoria. S’intrecciano, si sedimentano le parabole degli uomini costretti a lasciare la propria casa, i cimiteri di paese e il greto di corsi d’acqua asciutti, narrazioni leggendarie sopra i viaggi delle farfalle, canzoni dialettali, fuochi accesi, tabacco di contrabbando.

Sono tanti fogli di carta velina impilati, ognuno dei quali mostra qualcosa: il mito asburgico, i toponimi sloveni, italiani, istriani, triestini, friulani e carnici, l’odore di caffè tra i boschi di larici, il mare Adriatico che bagna le aspre rocce carsiche, la terra rossa e gli ulivi che accolgono i viandanti. Camminare sulle orme di uomini dimenticati. Capire qualcosa in più del nostro essere migranti. Passo dopo passo, nel vuoto.

torna all'inizio del contenuto
Pagina pubblicata Martedì, 06 Marzo 2018 - Ultima modifica: Martedì, 13 Marzo 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto