Soprattutto giovani tra gli 800 partecipanti
MSF: un grande successo per il primo festival friulano della scienza

10/10/2017 - La scienza insegna, diverte e coinvolge: il successo della prima edizione del Malnisio Science Festival ne è la prova.

Foto di Thomas Cantoni, www.thomascantoni.it

I protagonisti del Malnisio Science Festival, svoltosi il 6 e 7 ottobre scorsi presso la centrale idroelettrica "A. Pitter", sono stati soprattutto i giovani.

In totale, sono state 800 le iscrizioni ricevute dagli organizzatori, per un evento che ha spaziato su più aree tematiche, ma che ha anche creato occasioni di coinvolgimento per pubblici diversi, grazie ai vari laboratori per bambini e ragazzi, allo spazio dedicato alle start-up innovative e all'attenzione alla buona musica e al buon cibo.

Una finestra di 48 ore sul futuro che ci attende, illustrato da 26 relatori d'eccezione, esperti che lavorano in diversi campi: ricerca sul cancro, geologia, risparmio energetico, cambiamenti climatici, intelligenza artificiale, comportamento animale, astronomia, informatica, ingegneria, scienze cognitive. 

Tanti giovani anche nello staff: 33 ragazzi hanno messo a disposizione il loro tempo per l'organizzazione del Malnisio Science Festival. Oltre ai 10 ragazzi del comune di Montereale Valcellina, 18 giovani del liceo scientifico Torricelli hanno partecipato nell'ambito del progetto di alternanza scuola-lavoro. Cinque gli studenti provenienti dall'Istituto superiore Il Tagliamento di Spilimbergo, i quali hanno partecipato con un punto informativo dedicato alla loro scuola.

Insomma, un grande successo, che diventa anche tesi di laurea!

Marco Lambruschi, studente del corso di laurea in Comunicazione internazionale della Civica scuola interpreti e traduttori "Altiero Spinelli" di Milano, nella sua tesi di laurea magistrale dal titolo "Malnisio Science Festival: progettare e comunicare un festival scientifico" ci descrive come si passa da un brief alla progettazione di un festival scientifico. Il lavoro è il risultato di sei mesi di stage nell'agenzia di comunicazione William Blake di Milano, che ha curato l'immagine dell'evento.

Attualità Cultura Giovani Economia

Condividi

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto