Parte il 15 febbraio la rassegna di incontri con gli autori del concorso letterario per scrittori di montagna promosso dall’Unione delle Valli e delle Dolomiti Friulane
Lo sguardo dell’Aquila 2018: 10 appuntamenti per raccontare la Montagna

01/02/2018 - Un’importante iniziativa per il nostro territorio, giunta quest’anno alla sua 7^ edizione e che rappresenta un momento di crescita culturale e sociale, oltre che di promozione territoriale.

Al via l’edizione 2018 del Premio letterario “Lo sguardo dell’Aquila, il concorso per scrittori di montagna e per i giovani autori tra i 12 e i 25 anni residenti nell’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane, organizzato all’interno del Festival dei Giovani delle Dolomiti in partnership con la Libreria Baobab e la Fondazione Pordenonelegge.it e con il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia ed il Patrocinio delle Fondazione Dolomiti Unesco.

“Lo spazio è (in)finito” è il tema scelto per questa edizione. I testi inediti e di una lunghezza massima di 20 mila caratteri dovranno, infatti, raccontare spazi e orizzonti, restituendo lo sguardo che, immerso nelle atmosfere di montagna, riesce a cogliere prospettive geografiche e simboliche uniche, stati d’animo, emozioni, suggestioni di persone e luoghi, abitudini e tradizioni legate alla montagna.

La scadenza per l’invio degli elaborati è fissata alle ore 12.00 del 16 aprile 2018. Per ulteriori informazioni e approfondimenti potete consultare il sito, chiamare lo 0427 86369 o scrivere una mail a cultura@vallidolomitifriulane.utifvg.it. La premiazione si svolgerà il 20 maggio 2018 a Cimolais. L’incontro conclusivo organizzato in partnership con Pordenonelegge vedrà ospite del Premio lo scrittore Paolo Cognetti, Vincitore del Premio Strega 2017 e Leggi Montagna 2017 con il libro “Le otto Montagne”.

Il Premio è abbinato per la prima volta a una rassegna di incontri con gli autori in programma fino ad aprile nel territorio delle Valli e delle Dolomiti Friulane. Gli scrittori racconteranno il loro modo di vivere la montagna, i suoi spazi e paesaggi con lo scopo di valorizzare il territorio e presentarlo sotto un’altra luce e allo stesso tempo avvicinare e sensibilizzare alla lettura e alla scrittura giovani e adulti. Aneddoti, visioni, spunti, idee, esperienze su cui riflettere e da cui trarre spunto per la stesura dei racconti da inviare al Concorso.

La kermesse è stata inaugurata a dicembre dalla giornalista e scrittrice Alessandra Beltrame con “Io Cammino da Sola”. La rassegna proseguirà il 15 febbraio con Giuseppe Festa, musicista e autore del gruppo Lingalad, autore dei romanzi “Il passaggio dell’orso”, “L’ombra del gattopardo” e “La luna è dei lupi”, che presenterà "Cento passi per volare" ai ragazzi dell’Istituto Comprensivo di Montereale Valcellina nella Scuola Media di Claut.

Ritornerà il 20 Febbraio la giornalista e scrittrice Alessandra Beltrame -che ha aperto a dicembre la rassega a Cimolais - con un momento di approfondimento sulla scrittura con i ragazzi delle Scuole Superiori dell’I.S.I.S. di Spilimbergo. Durante l’incontro l’autrice presenterà, nella splendida cornice di Villa Savorgnan a Lestans di Sequals, il suo libro “Io cammino da sola”.

Morganti Editori sarà presente il 3 Marzo a Palazzo Toppo Wasserman Travesio, dove presenterà “Le creature dell'acqua. Agàne, anguàne e krivapete” con le autrici Violetta Traclò, Maristella Leandrin, Maria Cristina Vitali, Manuela Quaglia e Stefania Conte. Il 16 marzo l’autore Nicolò Giraldi propone a Meduno il suo ultimo romanzo “Nel Vuoto” edito da Ediciclo, in cui attraverso la sua scrittura, che “parte” da un paese della montagna friulana, ripercorrere i passi di una continua migrazione che coinvolse il confine orientale tra il XVI ed il XIX secolo.

Il 23 Marzo al Teatro G. Verdi di Maniago ci sarà lo spettacolo “E Tornerem a Baita” - assieme alla cantautrice veneta Erica Boschiero ed il fumettista friulano Paolo Cossi accompagnati questa volta dall’estro creativo del fisarmonicista Sergio Marchesini. La rappresentazione racconta di antiche leggende della tradizione orale dell’arco alpino, storie vere della Grande Guerra, mitologie lontane, piccole e grandi vicende umane ambientate tra le valli e le cime montuose. Lo spettacolo del mattino è riservato alle scuole, mentre la sera sarà aperto a tutti. Il 24 Marzo alle ore 18.00 Paolo Morganti sarà a Tolmezzo con le sue ultime opere “Le forme del male” ed il “Il trillo del diavolo”.

Il 28 Marzo sarà invece Forni di Sotto ad ospitare l’esordio della giovane scrittrice Friulana Ilaria Tuti con il suo romanzo giallo ambientato nelle montagne locali “I Fiori Sopra l’Inferno” di Longanesi, un grande successo editoriale appena presentato e già in ristampa. Chiude il ciclo di appuntamenti l’autore Mauro Daltin, che il 12 Aprile sarà presente al Circolo Operaio di Poffabro a Frisanco ed il 13 Aprile all’I.I.S.E. Torricelli di Maniago, dove incontrerà in mattinata gli studenti e presenterà “Il punto alto della Felicità”. Lo scrittore presenterà nelle valli un romanzo che racconta la montagna e quattro ascese ad altrettante montagne: Monte Dolada, sull’Alpago, il passo Vršič, in Val Trenta in Slovenia, il monte Canin, fra Friuli e Slovenia, ed infine il Montasio, in Carnia.

Molti gli appuntamenti in programma per la 7^ edizione di un concorso che ogni anno non smette di stupire e offrirci occasioni per scoprire nuovi aspetti del territorio che quotidianamente viviamo e abitiamo.

Attualità Cultura Economia Giovani

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto